TREKKING

COSA FARE IN LIGURIA:
trekking facile al Monte Piccaro

Cosa fare in Liguria trekking

COSA FARE IN LIGURIA: TREKKING AL MONTE PICCARO

TREKKING AL MONTE PICCARO

Qualche info utile

Il trekking al Monte Piccaro è perfetto se sei al mare e la giornata è un pò nuvolosa, oppure sei stanco di stare sempre in spiaggia e hai voglia di muoverti un pò.

E’ un trekking breve e davvero semplice adatto un pò a tutti, anche a i bambini.

Non serve nessun equipaggiamento particolare, e anche per quanto riguarda le scarpe, si possono usare semplicemente quelle da ginnastica (non però quelle da passeggio per la città per intenderci).

Lungo il sentiero non c’è acqua né cibo o rifugi, ma c’è un super panorama sul mare e un sacco di colori stupendi della natura.

Il sentiero ha poca pendenza, a parte i primi 5 minuti un pò più in salita (ma parliamone) e ha diversi pianori. Si alternano tratti nel bosco a tratti maggiormente esposti al sole.

Questa gita può essere fatta tranquillamente in un paio d’ore in tutto, massimo tre per chi decide di prendersela molto comoda.

COSA FARE IN LIGURIA: TREKKING AL MONTE PICCARO

Come raggiungere il sentiero

Il sentiero parte da Borghetto Santo Spirito, tra Loano e Ceriale (Liguria di Ponente).

IN AUTO

Se arrivi in auto l’autostrada da prendere è la A10 Genova-Ventimigliauscita Borghetto Santo Spirito.

A PIEDI

Da Loano: dall’uscita della stazione di Loano, attraversare la strada e proseguire dritto sul lungomare per almeno 20/30 minuti, finché alla tua destra trovi un piccolo murales che ti indico nelle foto qui sotto. Prendi il sottopassaggio ad arco che trovi subito di fianco, entrando così nel centro di Borghetto. Dalla piazza centrale Madonna della Guardia, seguire le indicazioni sui cartelli rossi e bianchi per il Monte Piccaro.

Se sei già a Borghetto, dalla stazione dirigiti verso il centro storico e segui i cartelli come detto sopra.

Puoi salire anche da Ceriale, ma non so darti indicazioni precise perché è una strada che non ho mai fatto.

Cosa fare in Liguria Borghetto
sottopassaggio verso Borghetto

COSA FARE IN LIGURIA: TREKKING AL MONTE PICCARO

Descrizione del trekking al Monte Piccaro

Il sentiero parte subito in salita per circa 5 minuti a dir tanto e, da quel punto di inizio, i cartelli indicano un tempo di percorrenza di circa 40 minuti, seguendo i bollini rossi.

La primissima parte del cammino presenta un corrimano in legno sulla destra e già dopo pochi passi si ha la prima vista sulla città e sul mare che si vede ancora un pò in lontananza in una piccola porzione, ma siamo solo all’inizio!

La prima vista di più ampio respiro si ha quando si raggiunge il piccolo spiazzo con una panchina in legno (purtroppo sotto il sole): c’è una terrazza da cui poter ammirare in lontananza il mare e le sue meravigliose sfumature.

Passata la panchina, dovrai decidere se continuare dritto sul sentiero sud e arrivare al Monte Piccaro in 15 minuti circa, oppure se prendere a destra verso il sentiero nord della durata di 25 minuti.

Fondamentalmente non cambia niente perché si tratta di un anello che va a ricongiungersi una volta in “vetta”, quindi entrambi i sentieri portano allo stesso punto. La differenza sta nel fatto che il secondo ha una salita morbida che corre intorno alla montagna, motivo per cui ci si impiega più tempo, e nel fatto che non è panoramica. 

Noi l’abbiamo fatta al ritorno, mentre per l’andata abbiamo deciso di proseguire dritto su un sentiero un pochino più in salita (in ogni caso niente di che) ma super panoramica: i bellissimi colori del mare che vanno a fondersi con quelli del cielo, in quel momento pieno di nuvole che davano ancora più carattere al paesaggio. Non solo, colpiscono tantissimo i colori dal verde all’arancione della macchia mediterranea, caratteristica del luogo, gli alberi dalla strana forma ad ombrello e si riesce ad individuare anche la torretta di Ceriale.

COSA FARE IN LIGURIA: TREKKING AL MONTE PICCARO

Distratti da tanta bellezza, raggiungiamo in un attimo la cima di questo monte dai modesti rilievi: siamo a quota 253 mt, dove leggiamo il cartello “Madonnina del Piccaro” che però risulta nascosta dietro gli alberi e se uno non lo sa, non riesce a vederla. Non c’è nessun cartello che la indichi, semplicemente devi dare le spalle ai ripetitori e proseguire dritto per 1 minuto fino alla nicchia dedicata alla Madonna della Guardia, protettrice del paese.

Da questo punto il panorama è pazzesco: la vista si allarga fino a vedere una vasta fetta di Mar Ligure e addirittura, nei giorno di bel tempo, anche l’isola Gallinara. Sotto di te avrai tutti i paesini liguri come Loano, Alassio, Albenga, Ceriale, Borghetto Santo Spirito, e altri ancora. 

Cosa fare in Liguria trekking Monte Piccaro
Vista dalla Madonnina del Piccaro

La vetta del monte si trova dove ci sono i ripetitori, mentre se si prosegue oltre essi, si raggiunge il Monte Croce in circa 1h, oppure in 3 h il Santuario di Monte Croce però non so darti info su queste due escursioni perché non le ho personalmente fatte (magari prossimamente).

Noi siamo tornati indietro, non dal sentiero dell’andata, ma da quello un pò più lungo e meno panoramico seguendo l’indicazione Borghetto Santo Spirito.

⚠️Ti consiglio questa strada per il ritorno perché il sentiero percorso prima presenta sassi misti a ghiaia e risulta scivoloso scendendo!

Una volta raggiunto Borghetto Santo Spirito  ti puoi fare un bel tuffo in mare per rinfrescarti e rilassarti dopo la “fatica” e la sudata 😀

FORSE PUO’ INTERESSARTI ANCHE: la città delle streghe in Liguria – cosa fare e cosa vedere

Grazie per aver letto fin qui. Se l’articolo ti è stato utile, potresti ricompensare il mio impegno, volto a darti info più chiare e complete possibili, lasciando qui sotto un commento. Grazie.

Se vuoi supportare il mio blog, clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie e richiede i tuoi dati personali per migliorare la tua esperienza di navigazione.