ITINERARI ITINERARI IN ITALIA

WEEKEND TRA LANGHE E MONFERRATO:
cosa vedere e cosa fare in 3 giorni

Weekend Langhe e Monferrato

WEEKEND TRA LANGHE E MONFERRATO: COSA VEDERE E COSA FARE IN 3 GIORNI

Finalmente, approfittando del voucher Piemonte, quest’anno siamo riusciti a ritagliarci tre giorni da trascorrere tra le Langhe e il Monferrato: un’idea che mi frullava da un pò ma che, sono sincera, ho sempre rimandato perché i prezzi in quelle zone sono piuttosto alti. 

Col fatto che invece siamo stati ospiti in Piemonte pagando solo una notte su tre, è stato più semplice riuscire a trascorrere una mini vacanza senza dover pensare troppo al portafoglio. Purtroppo però credo che ora non sia più possibile usufruire di questo sconto!

WEEKEND TRA LANGHE E MONFERRATO

Dove si trovano le Langhe e il Monferrato

Le Langhe rappresentano un territorio, riconosciuto come Patrimonio dell’Umanità, a sud del Piemonte, tra Asti e Cuneo, con capitale Alba. Il Monferrato è nella zona vicina, comprende le città di Alessandria e Asti ed ha per capitale Casale.

Il nostro itinerario dettagliato tra Langhe e Monferrato

Premetto che questo tour è stato organizzato sulla base delle NOSTRE esigenze: non essendo noi dei bevitori, non abbiamo fatto tour nelle cantine (lo so ma non mandarci saette, ti prego!) e non abbiamo fatto visite nei musei o nei castelli. Abbiamo preferito restare all’aria aperta, gironzolando per le vie dei borghi, per i vigneti e finire il tour con un bel relax al mare.

Come mezzo di trasporto durante tutto il tour abbiamo usato la nostra auto: il modo più comodo per spostarsi velocemente da un posto all’altro, secondo le proprie tempistiche. Inoltre se si hanno pochi giorni a disposizione, l’auto è tutto!

Il nostro itinerario ovviamente vuole essere solo uno spunto per darti qualche idea! Poi ognuno aggiusta in base alle proprie preferenze. DETTAGLI SU COSA VISITARE E FARE NEI SINGOLI LUOGHI MENZIONATI QUI SOTTO, ARRIVERANNO A BREVE.

GIORNO 1: partenza da Lecco alle ore 6:00 per riuscire ad essere a Barolo verso le 8:00 , sfruttando così in pieno tutta la prima giornata. Visita delle cittadine di:

Questo elenco sembra lungo, ma in realtà quasi tutti i posticini sono davvero minuscoli e non ci si impiega molto a girarli!

GIORNO 2: giornata dedicata al tour in bici attraverso i vigneti del Monferrato e visita a Nizza Monferrato nel tardo pomeriggio.

GIORNO 3: visita a Monforte d’Alba, Asti e Acqui Terme

GIORNO 4: giornata al mare ad Arenzano

Noi abbiamo alloggiato sempre nella stessa struttura sita nel Monferrato per via del voucher, ma se puoi, sarebbe meglio alloggiare una notte nelle Langhe e una nel Monferrato perché noi ad esempio per visitare Monforte d’Alba, abbiamo dovuto farci un’ora all’andata e un’ora al ritorno dal B&B dove eravamo; d’altro canto inserirla nel primo giorno sarebbe stato troppo.

Alloggiare una notte anche nelle Langhe, cioè nella zona del nostro primo giorno, ti permette di essere vicino a Monforte (o altra località) già dal mattino, e proseguire poi per il Monferrato nel pomeriggio. Non so se sia economica, ma sicuramente è la soluzione più comoda per non dover continuamente andare avanti e indietro. Se preferisci stare su un’unica struttura, allora conviene aggiungere un giorno in più in modo da non dovere correre.

Come organizzare i giorni, cosa vedere e cosa fare tra Langhe e Monferrato

Dei 4 giorni che avevamo a disposizione ne abbiamo trascorsi due gironzolando fra i vari paesini delle Langhe e del Monferrato, un giorno dedicato ad un giro in E-bike tra le vigne e i paesaggi stupendi della zona, e un giorno dedicato al mare prima del rientro. Abbiamo così accontentato anche Giada, che non ama visitare borghi e quant’altro.

Il consiglio è di fare 2/3 giorni se come noi se vuoi più che altro vedere paesaggi e piccoli borghi, ma se vuoi aggiungere i tour nelle cantine, o le entrate nelle varie attrazioni come castelli, torri, musei, ecc.., occorrono almeno 5 giorni; una settimana se si vuole proprio fare uno slow tour. Altrimenti, se ad esempio hai solo un paio di giorni, devi ridurre i luoghi da visitare a uno, massimo due, per concentrarti meglio sulle degustazioni e/o sui musei.

Per gli amanti del vino, ovviamente qui è d’obbligo un giro tra le cantine, una delle più importanti attrazioni del posto; purtroppo noi non siamo dei bevitori e abbiamo assaggiato solo un pò di rosso nei ristoranti.

Un altra attività immancabile è il tour in bici: è una vera figata! Noi con un’adolescente non abbiamo vita facile e si litiga spesso sul da farsi, ma questa escursione ha messo d’accordo davvero tutti. Era tanto che non ci divertivamo così tanto in tre! Soprattutto con la bici elettrica non si sente la fatica delle salite, e ciò permette di godersi al meglio il paesaggio, la natura e le viste pazzesche sui vigneti!

Tra le altre attività che si possono fare c’è l’equitazione, le visite ai laboratori artigianali, lezioni di giardinaggio e cucina e la ricerca del tartufo, o almeno questo era ciò che offriva il nostro “B&B Il Noccioletto”.

Durante tutto il tour tra Langhe e Monferrato abbiamo sempre trovato posteggi pubblici non a pagamento molto comodi appena prima dell’inizio dei paesi

WEEKEND TRA LANGHE E MONFERRATO

Dove abbiamo alloggiato nel Monferrato

Abbiamo alloggiato 3 notti al “B&B Il Noccioletto” a Mombaruzzo, nel Monferrato, vicino a Nizza Monferrato: molto comodo per raggiungere la zona delle Langhe (ad un’ora al massimo) oppure le città come Asti, Alessandria, Aqui Terme, Alba e Arenzano.

📒 Leggi la mia recensione su “B&B Il Noccioletto”.

Dove abbiamo mangiato nelle Langhe e Monferrato

  • Ristorante Pizzeria “Da Teo”: a Mombaruzzo nel Monferrato, vicino al nostro B&B. Scelto solo perché non c’erano ristoranti aperti il lunedì sera. Il personale è stato gentile, si è mangiato abbastanza bene (sia la pizza che il piatto di pesce erano buoni) e il rapporto qualità / prezzo buono per la zona. Euro 50 circa in tre: una pizza mari e monti, due piatti di spaghetti di pesce e due caffè.
  • “Tere Ruse”: nel Monferrato, sempre vicino al nostro B&B. Abbiamo trascorso qui una piacevolissima serata. La struttura è circondata da ampi spazi verdi e dai vigneti, ha un suo parcheggio privato, e già dall’ esterno l’impatto scenico, quando si arriva di sera con le luci accese, è piuttosto interessante.  Abbiamo cenato nello spazio esterno, piacevole e ordinato, con tutti i distanziamenti necessari.  I proprietari, con un simpatico accento francese, sono stati gentilissimi, cordiali e alla mano.  La qualità del cibo è ottima; difficilmente nei ristoranti riesco a gustare una così alta qualità del cibo: poco materico, quindi super leggero, BIO e a km ultra zero… tutto dal primo al dolce si scioglieva in bocca e aveva un sapore squisito.  Tiramisù senza lattosio spettacolare! Prezzi medio – alti ma li vale tutti. Euro 80 circa in tre per 3 primi piatti, un tagliere da 100 gr di formaggi + 100 gr di salumi e 3 dolci, tutto fatto in casa, tagliatelle comprese.
Tere Ruse Agriturismo
Tere Ruse Agriturismo
  • “Agriturismo Brusalino”: nelle Langhe, zona Mango. Sinceramente non ci siamo trovati bene (ho spiegato tutti i motivi in Tripadvisor). Qui mi limito a dire che, nonostante tutto, il cibo era buono anche se non così eccellente, la qualità / prezzo tutto sommato buona e la proprietaria gentile. La struttura è circondata dai vigneti in zona piuttosto isolata ma molto bella, peccato che la cena viene servita sotto un gazebo con nessuna vista sulle vigne. Euro 60 circa.
Agriturismo Brusalino
Agriturismo Brusalino

WEEKEND TRA LANGHE E MONFERRATO

Spesa totale del viaggio

Euro 200 circa a testa.

Include:

  • Sistemazione per 3 notti in B&B in tre (col voucher abbiamo pagato una sola notte);
  • le cene ai ristoranti;
  • l’affitto di 3 e-bike per una giornata;
  • 3 pranzi al sacco;
  • benzina e due piccoli ricordini.

La mia opinione su Langhe Monferrato

E’ certamente una zona poco economica, ma vale assolutamente la pena trascorrerci qualche giorno. Panorami mozzafiato, borghi antichi, ottimi vini e cucina casalinga. Correre su e giù per le morbide colline con la bici ma anche rilassarsi circondati dalla natura.

E poi i colori…sono ovunque! Le cappelle e le chiese colorate, ma anche i pastelli che si vedono un pò ovunque e le panchine giganti dai colori sgargianti per farsi selfie indimenticabili!

Non riesco ad immaginare cosa ci sia di meglio per staccare la spina e prendersi un pò cura di sé lontano dalla solita vita frenetica di città!

FORSE TI PUO’ INTERESSARE ANCHE: dove dormire nel Monferrato – la mia recensione sul “B&B Il Noccioletto” (dove abbiamo alloggiato).

Grazie per aver letto fin qui. Se l’articolo ti è stato utile, potresti ricompensare il mio impegno, volto a darti info più chiare e complete possibili, lasciando qui sotto un commento. Grazie.

Se vuoi sostenere il mio blog, clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie e richiede i tuoi dati personali per migliorare la tua esperienza di navigazione.