TREKKING

PIANI RESINELLI:
mini trekking alla terrazza panoramica con bambini

Piani Resinelli terrazza panoramica con bambini

PIANI RESINELLI: TERRAZZA PANORAMICA CON BAMBINI

PIANI RESINELLI

Da poco è stata inaugurata la terrazza panoramica ai Piani dei Resinelli, dove ho passato parte della mia infanzia, tutti gli anni di liceo e anche un pò oltre. Una delle ultime volte mi ricordo che stavo ninnando Giada sotto un albero all’inizio del sentiero classico, quindi una vita fa! 

Era davvero tanto che non ci mettevo più piede, ma questo balcone ha risvegliato in me la voglia di tornarci. Devo dire che ho trovato tutto come prima, e allo stesso tempo tutto rinnovato: hanno aggiunto la segnaletica, hanno curato il sentiero e ora anche quest’opera, a volte tanto criticata, a volte tanto osannata.

Si dice che sia assurda una costruzione del genere in un ambiente così naturalistico! Rispondo: vogliamo parlare del grattacielo? Quello sì che è decisamente un pugno in un occhio!

Comunque, a me il balcone è piaciuto tantissimo, soprattutto mi è piaciuta molto la sensazione di avere solo lago e montagne davanti a me, come se fossi sospesa a mezz’aria! Se un’opera architettonica riesce ad esaltare le bellezze di un luogo, allora ben venga! Per me promossissima! 

Info pratiche e utili sui Piani Resinelli

I piani dei Resinelli si prestano molto bene anche per passeggiate super semplici, con salite morbide e appena percettibili, di conseguenza adattissime ai bambini o a persone che, per molteplici motivi, non amano camminare troppo o fare troppe fatiche.


Puoi portare il passeggino, anche quello normale, se fai la passeggiata ad anello, completamente pianeggiante e su strada asfaltata, che parte dal parcheggio appena all’ingresso e gira intorno ai vari ristoranti, bar e prati. In pratica rimanendo in basso dove possono circolare anche le auto. Se vuoi fare un breve trekking e vedere la terrazza panoramica, puoi portare il passeggino da trekking.

⚠️Oltre la terrazza col passeggino diventa difficile perché il sentiero si stringe e salendo, c’è qualche gradino da fare, quindi meglio dalla terrazza tornare indietro.


Sul sentiero che descrivo qui sotto non c’è acqua o cibo, ma il “trekking” è talmente breve che fai in tempo a scendere di nuovo per servirti nei tanti locali presenti nella zona bassa.


Non c’è bisogno di un’attrezzatura particolare, ma sempre meglio avere scarponcini da montagna e portare sempre con sé una felpa perché i Resinelli sono famosi per le classiche nuvolette alla Fantozzi, e se la giornata non è più che calda, fa freddo anche in estate. A noi è capitato più di una volta!


La zona è piena di ampi prati su cui stendersi per prendere il sole, ma i posti all’ombra sono solo lungo il perimetro.


I parcheggi in questa zona sono un problema perché sempre pieni, anche al mattino alle 9. C’è un parcheggio nel Piazzale Daniele Chiappa, appena all’ingresso dei Piani Resinelli, e uno un pò più avanti, proseguendo su Via Escursionisti, in zona grattacielo, mentre se non trovi ti devi arrangiare a bordo strada. Il consiglio come sempre è di arrivare il più presto possibile. 

PIANI RESINELLI: TERRAZZA PANORAMICA CON BAMBINI

Il nostro mini trekking alla terrazza panoramica e al Monte Coltignone

Questo trekking fatto ad anello, è adatto a chi è poco abituato alla montagna, a chi non è molto allenato e ai bambini di qualsiasi età.

Lasciata l’auto al parcheggio, abbiamo preso il sentiero che sale di fianco al grattacielo: parte una leggerissima salita che porta all’ingresso del Parco Valentino e da lì alla terrazza panoramica. Il tempo di percorrenza è di 30 minuti circa attraverso il bosco.

Una volta raggiunta la terrazza avrai modo di godere dello stupendo panorama che si staglia davanti agli occhi su laghi e montagne. 

Piani Resinelli terrazza panoramica con bambini

Premetto che sono una che soffre di vertigini, ma per nulla al mondo mi sarei lasciata scappare l’opportunità di provare la sensazione di stare sospesa  a mezz’aria, e devo dire che è stato davvero elettrizzante! Mentre percorrevo la passerella, lunga 12 metri, non mi sono venute vertigini, ma una volta arrivata al fondo insomma, ho resistito perché era troppo bello, ma devo ammettere che un pò di effetto me l’ha fatto!

Credo tuttavia che questo sia anche l’intento dell’opera quello di creare, stupore e meraviglia, ma anche quello di far scatenare un minimo di adrenalina e brivido. La vista è davvero superlativa, l’emozione anche, ma sappi che, se non te la senti, puoi restare pur sempre a lato della passerella lungo la staccionata, che il paesaggio non cambia! Solo lo vedi da una prospettiva diversa, più classica e forse meno entusiasmante, ma garantisco che la bellezza non manca!

D’altronde un tempo non c’era nulla, eppure ci siamo sempre goduti questo meraviglioso scenario lo stesso! La terrazza diciamo, è qualcosa in più!

PIANI RESINELLI: TERRAZZA PANORAMICA CON BAMBINI

Se prosegui oltre la terrazza, sali ancora per circa 20 minuti attraverso un sentiero con dei gradini e una salita ma davvero semplice, per raggiungere il Monte Coltignone (1479 mt.).

⚠️Attenzione: se è appena piovuto il terreno risulta fangoso e scivoloso perché in ombra.

In questa zona c’è un’altra vista super wow su laghi e montagne e sulla città di Lecco. Da quassù proverai un senso di apertura incredibile! L’unica ⚠️accortezza da avere è con i bambini: c’è sì una staccionata da cui poter guardare, ma c’è anche un punto che non ha ripari e può diventare pericoloso se si corre in quella direzione, ma basta tenerli per mano e il problema si risolve. La foto qui sotto ti mostra cosa intendo,

PIANI RESINELLI: TERRAZZA PANORAMICA CON BAMBINI

Scendendo, seguendo la stessa via dell’andata, dopo circa una manciata di minuti, tagliamo a destra in direzione “Cima Paradiso”: in 5 minuti il sentiero, anch’esso super semplice, ti porta in una bellissima area verde, con pochi alberi purtroppo come riparo dal sole, dove però poterti stendere o fare picnic. E’ una zona molto bella e abbastanza tranquilla.

Scendendo attraverso i prati, ti ritrovi sul sentiero dell’andata, vicino alla porta del Parco Valentino. 

Dove mangiare e dove dormire ai Piani resinelli

Ristoranti ce ne sono parecchi tra cui scegliere, e più o meno si aggirano sugli stessi prezzi, non proprio economici: dalle 8/10 alle 15/18 euro a persona, in base al tipo di piatto che si ordina, escluse bevande, dolce, caffè e coperto. In ogni caso ovunque si mangiano piatti tipici della zona come polenta, pizzoccheri, carni (anche selvaggina), formaggi, ecc… 

⭕️Noi abbiamo spesso mangiato a “La Meridiana”, più o meno di fronte al grattacielo e ai prati: buone le torte fatte in casa, ma discreto il pranzo. Possiede una bella terrazza dove si può mangiare, e offrono delle sdraio per prendere il sole. Si può comunque pranzare anche all’interno, nonostante non sia grandissimo. 

⭕️Qualità del cibo più alta e migliore location la trovi invece al “Rifugio Soldanella

Dopo la passeggiata siamo andati al “Rifugio Soldanella”: la sua ubicazione non è tra le migliori perché si stacca dai Piani Pesinelli, attraverso qualche curva in salita; il valore aggiunto è però la maggiore tranquillità del luogo.

Ci puoi arrivare in auto salendo la curva subito a destra, appena vedi il cartello che indica che sei arrivato ai Piani Resinelli; dopo la salita e qualche curva ti ritrovi il rifugio alla tua sinistra. Non c’è parcheggio, ma puoi lasciare l’auto a bordo strada. Noi siamo saliti a piedi e in 2/3 tornanti siamo arrivati.

Il posto è magnifico perché ha dei tavoli fuori con vista panoramica, oppure all’interno ci sono diverse sale in stile rustico, con aria condizionata in estate, ancora tavoli con vista sulla vallata, bagni pulitissimi, di cui uno con fasciatoio per cambiare i più piccoli, e adatti anche per portatori di handicap. Il rifugio dispone inoltre delle camere per la notte.

Il cibo è quello tipico delle nostre zone e i costi si aggirano tra i 10 e i 15 euro; menù bimbi 6 euro. Sono esclusi coperto, bevande, caffè e dolce. La qualità del cibo l’ho trovata molto buona: rifugio super consigliato, pur non essendo molto economico.

⭕️Locale informale, economico, adatto per famiglie, e dove, almeno un tempo, si mangiava bene è il “Rifugio Sel”, nella zona di fronte al grattacielo: nel tempo hanno cambiato un paio di gestioni perdendo purtroppo di valore; ultimamente dicono che si sia rivalutato grazie al nuovo cuoco, ma personalmente non ho ancora fatto un salto. Adatto per persone con ridotte abilità motorie, gli spazi sia interni che esterni per mangiare sono ampi, piatti abbondanti e possibilità di trascorrere la notte.

⭕️“Il Forno della Grigna”,  fa da panificio, alimentari, pasticceria artigianale e steak house. Puoi gustarti una ricca colazione o un pranzo con prodotti tipici sia sull’ampia terrazza, sia all’interno, oppure puoi comprare panini e affettato per il tuo picnic.


Ce ne sono anche molti altri: non ti posso dare consigli perché non li ho mai testati, ma te li metto in elenco qui sotto.

📌”Tana del Nibbio“, molto carino esteticamente e con diversi tavoli all’aperto.

📌”Ristorante Pizzeria 21.84“, un locale informale a gestione familiare, con prodotti biologici, dove possibile. Possibilità di pranzare all’aperto. Rimane di fronte al piazzale della chiesa.

📌”La Baita Rifugio Casimiro Ferrari“, un incantevole rifugio immerso nel verde dove poter dormire e pranzare con piatti tipici alpini e ricette esclusive perché la cucina è la loro passione. Possibilità di affittare un appartamento in legno con tutti i comfort necessari per una vacanza al top. Possibilità di pernottamento con prima colazione, mezza o pensione completa.

📌”Parete Ovest“, con prodotti di origine naturale, biologica e a km 0 in un ambiente rustico. Non ho idea se siano gli stessi proprietari, ma in ogni caso credo che siano in collaborazione con La Baita.

📌”Bed and Breakfast Ai Frassini“, è un B&B anch’esso circondato da tanto verde, in posizione tranquilla ed isolata, con panorama ai piedi della Grignetta. L’ambiente è rustico e le camere hanno servizi igienici privati.


PIANI RESINELLI: TERRAZZA PANORAMICA CON BAMBINI

Attività da fare ai Piani Resinelli

Sentieri per esperti

Dai Piani Resinelli partono sentieri semplici, come quelli che ti ho appena descritto, oppure i più allenati possono raggiungere la Grigna meridionale, chiamata anche Grignetta: c’è il sentiero che porta al “Rifugio Rosalba“, che parte dal faggeto in Via delle Foppe, oppure il Bivacco Ferrario, con la caratteristica forma a navicella spaziale.

⚠️Questi sentieri però sono adatti ad adulti e bambini esperti, abituati a camminate impegnative, ripide ed esposte. 

Attività family friendly

Esistono anche altre attività family friendly come ad esempio il parco avventura, con percorsi sugli alberi attraverso funi e carrucole, e altri ancora adatti a bambini di tutte le età. Per saperne di più consulta il sito ufficiale “Parco Avventura Resinelli”.

C’è anche la possibilità di visitare le miniere al “Parco Minerario Resinelli” con guide esperte attraversando cavi sotterranei, ampie sale, cunicoli su più livelli, gradini e scale. Verrà raccontata la vita nelle miniere per comprendere le fatiche dell’uomo, e i problemi di salute derivanti da tale attività. Anche qui ti invito a consultare il sito ufficiale per saperne di più “ You Mines”.

Prendendo il sentiero della Val Verde n.52, in circa un’oretta di passeggiata in piano attraverso un faggeto, seguito da una salita che porta ad un bivio, arrivi al Forcellino (restando sulla destra), da dove avrai una bellissima vista lago. Passeggiata facile e rilassante.

Il sentiero 54 invece porta a Pradello (sentiero dei Tecett) che però non ho mai fatto.

Come raggiungere i Piani Resinelli

I Piani Resinelli (tra 1200 e 1300 mt) si trovano nel comune di Abbadia Lariana, in provincia di Lecco. Si raggiungono in mezz’ora d’auto da Lecco e a un’ora e mezza da Milano, percorrendo in quest’ultimo caso la SS36 fino a Lecco. Quindi si prende per la Valsassina fino a Ballabio. Poi bisogna seguire le indicazioni per Piani Resinelli: dopo ben 14 tornanti si giunge a destinazione.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: trekking a Lecco, sentieri semplici, veloci e adatti a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie e richiede i tuoi dati personali per migliorare la tua esperienza di navigazione.