CITTA' e MUSEI Lisbona LUOGHI IN EUROPA Portogallo

BELEM LISBONA:
cosa vedere in 1 giorno

Belèm Lisbona cosa vedere

BELEM LISBONA: COSA VEDERE IN 1 GIORNO

INFO UTILI

La zona di Belèm è davvero vasta da visitare, dovrai percorrere almeno 1 km e mezzo per vedere tutti i monumenti: noi l’abbiamo visitata in mezza giornata vedendo le varie attrazioni solo da fuori, mentre internamente abbiamo visitato solo il Monastero dos Jeronimos che merita davvero tanto.

Se vuoi entrare in tutti i monumenti, dovrai mettere in conto una giornata intera, primo per la vastità del complesso, come accennavo, secondo perchè le code sono infinite anche in bassa stagione. Forse varrebbe la pena fare i biglietti online, oppure se hai la Lisboa Card hai l’ingresso gratuito e il salta coda incluso!

Abbiamo raggiunto Belèm con il moderno tram E15 da Praca do Comercio (in pieno centro): il tragitto dura circa mezz’ora e il tram è sempre molto affollato, quindi consiglio di partire la mattina presto per viaggiare a folla contenuta, oppure meglio ancora, salire in Praca da Figueira proprio per trovare posto a sedere. Per il biglietto se non mi ricordo male, abbiamo usato la Viva Viagem, quindi già incluso.

BELEM LISBONA: COSA VEDERE IN 1 GIORNO

Belèm, ormai inglobato nel tessuto urbano, era un tempo uno dei quartieri periferici della città. Il suo nome deriva dal monsatero dedicato alla Vergine Maria, Santa Maria di Betlemme (Belèm in portoghese). In questo quartiere viene messo in luce chiaramente lo stile architettonico manuelino, caratterizzato da motivi gotici vivificati dal tema marinaresco, volto a celebrare il glorioso periodo coloniale del Portogallo.

Fu proprio a Belèm che Vasco de Gama partì alla volta delle Indie, ed è in suo nome che al ritorno dalla spedizione, fu fatto edificare il monastero.

FORSE TI POTREBBE INTERESSARE COSA VEDERE A LISBONA: ITINERARI PER TUTTI I GUSTI

COSA VEDERE A BELEM

Mosteiro dos Jeronimos

Quando siamo arrivati noi la coda era già lunga, ed era piuttosto presto: l’abbiamo però saltata grazie ad un venditore ambulante che, per pochi spicci, ci ha indicato un altro punto che in pochi conoscono, per fare il biglietto. Non avendo il salta coda, si è rivelata una scelta azzeccata.

Il monastero è oggi Sito Unesco: iniziato da Manuel I nel 1501 per consacrare la scoperta della rotta alle Indie di Vasco de Gama. Un vero e proprio monumento celebrativo, il trionfo dell’arte della navigazione, destinato in seguito ad ospitare le salme della famiglia reale. I monaci che vi abitavano avevano il compito di dare ristoro ai marinai. Quando l’ordine fu sciolto, il monastero venne adibito a scuola e orfanotrofio.

Le parti più interessanti da visitare sono il refettorio e soprattutto il chiostro che ci ha lasciati a bocca spalancata: un mix tra stile gotico e moresco, è completamente in pietra, ma sembra che si “trasformi” in oro quando viene colpito dalla luce del sole. Una successione infinita di archi che sembrano lavorati all’uncinetto tanto sono decorati, pinnacoli che si innalzano verso il cielo, il verde del giardino che contrasta con l’azzurro del cielo, sono tutti elementi sufficienti per farti rimanere davvero parecchio tempo!

La chiesa di Santa Maria che sta proprio di fianco, all’interno dello stesso complesso, è gratuita ma non siamo riusciti a vederla sempre per l’enorme coda, e anche perchè durante le funzioni stoppano il flusso di turisti, dunque l’attesa aumenta ulteriormente. Il consiglio però se riesci è quello di entrare per la particolarità delle colonne e la bellezza del soffitto.


Orari di apertura: dalle 10:00 alle 17:30 da ottobre a maggio / da Maggio a Settembre dalle 10:00 alle 18:30. Chiuso tutti i lunedì e nei giorni di festa.

Costi (2019): 10 Euro a persona, (combinato con Museo Archeologico oppure Torre di Belèm 12 Euro).  Se hai la Lisboa Card hai l’ingresso gratuito e il salta coda.


La bellezza integrale del monastero può anche essere vista dai meravigliosi giardini che gli stanno di fronte, ottimo punto per scattare delle foto panoramiche sull’intero complesso.

BELEM LISBONA: COSA VEDERE IN 1 GIORNO

Padrao dos Descobrimentos

Detto anche il Monumento delle Scoperte, è di grande impatto visivo grazie a tutti quei meravigliosi personaggi famosi che emergono dal monumento e che hanno dato lustro alla storia del Portogallo: sembra davvero di vedere una di quelle caravelle di cui tanto si parla nella storia, pronta a mollare gli ormeggi e a partire verso l’oceano!

Come ti dicevo noi per mancanza di tempo non l’abbiamo fatto, ma se rimani qui una giornata ti consiglio di prendere l’ascensore e raggiungere la terrazza in cima per avere un panorama mozzafiato su Belèm e ammirare il bellissimo emisfero che raffigura le rotte percorse dai marinai.

Torre di Belèm

Concepita come faro e fortezza, fu prima costruita in mezzo al fiume esattamente nel punto dal quale Vasco de Gama salpò, ma il progressivo insabbiamento del fiume stesso e il terribile terremoto del 1755, l’ha lasciata sulla terraferma. Oggi la torre è considerata Patrimonio Unesco ed è raggiungibile attraverso una passerella sul mare: alta 35 metri è arricchita da piccole torri agli angoli, anche se quella che vediamo oggi è una fedele riproduzione dell’originaria andata distrutta dai francesi nel 1807.

L’interno presenta 5 piani con sale arredate secondo lo stile dell’epoca; si può inoltre raggiungere la terrazza con vista sulla città.

Torre di Belèm Lisbona
Torre di Belèm

Orari: da Ottobre ad Aprile: dalle 10:00 alle 17:00 / da Maggio a Settembre dalle 10:00 alle 18:00. Chiuso il lunedì e nei giorni di festa.

Costi (2019): 6 Euro (combinato con Monastero dos Jeronimos 12 Euro, combinato con Palazzo di Ajuda 16 Euro); sotto i 12 anni gratis; con Lisboa Card gratis con salta coda incluso; gratis ogni prima domenica del mese.


NB: il Palazzo di Ajuda rimane un pò più lontano rispetto ai luoghi citati sopra (circa 1,7km), ma un’amica blogger dice che è una favola: poco conosciuto, non citato sulle guide come luogo imperdibile che invece secondo lei, si è rivelato una vera chicca da non lasciarsi sfuggire. L’aspetto esteriore dell’edificio è piuttosto anonimo, ma è l’interno ad essere meraviglioso, con sale arredate ricche di soprammobili e ben conservate. Era destinato a dimora reale ma non fu mai completato.

Centro Cultural de Belèm

Sulla piazza del monastero è un centro ultramoderno realizzato dall’architetto italiano Vittorio Gregotti, adibito a mostre ed esposizioni temporanee, spettacoli musicali e danza. Al suo interno è allestito il Museu do Design, anch’esso di richiamo internazionale come lo stesso centro.

BELEM LISBONA: COSA VEDERE IN 1 GIORNO

Spostandosi per visitare i vari monumenti è bellissimo passeggiare sul lungofiume che regala degli scorci magnifici sul Ponte XXV Aprile, mentre volgendo lo sguardo dall’altro lato si nota un bel punto di colore regalato da alcune casette fronteggiate da un piccolo porticciolo.

PASTEIS DE BELEM
Dicono sia un’immancabile pasticceria dove puoi assaggiare i dolci tipici più buoni di Lisbona: sarà anche vero, non lo discuto, ma quando ho visto l’interminabile coda per entrare anche qui, mi è subito scappato l’appetito. Magari prova ad andarci sul presto la mattina, forse sarai più fortunato! Rimane vicino alla fermata del tram.

TI INTERESSA ALLOGGIARE A LISBONA SENZA SPENDERE UNA FORTUNA? ECCO DOVE SIAMO STATI NOI ⇒ VEDI HOTEL LISBONA

INFINE POTREBBE INTERESSARTI: IL NOSTRO TOUR DEL PORTOGALLO IN 10 GIORNI

Grazie per aver letto fin qui. Se l’articolo ti è stato utile, potresti ricompensare il mio impegno, volto a darti info più chiare e complete possibili, lasciando qui sotto un commento. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *