TREKKING

MONTAGNE LECCO:
camminata di allenamento sopra Lecco

montagne lecco allenamento

MONTAGNE LECCO ALLENAMENTO

Alcune indicazioni

Questo non è un vero trekking, ma una camminata un pò impegnativa che personalmente faccio spesso per prepararmi alla montagna dopo un periodo di attività ridotta, magari perchè si arriva dall’ inverno, oppure quando non posso stare fuori tutta la giornata (il percorso si può fare anche correndo se sei un runner; io non mi ci metto nemmeno!).

Prendendocela comoda, abbiamo impiegato 2h30/40 in tutto, considerando anche le soste per bere e fare foto. Il percorso di circa 10 km è in parte su strada asfaltata e in parte su sentiero di montagna. Quello che mi piace di questo tragitto è che posso partire direttamente da casa (Lecco), senza necessariamente prendere la macchina.

Per comodità io ti indico il percorso partendo dalla stazione di Lecco: si raggiunge il piazzale della funivia che porta ai Piani d’Erna, seguendo un percorso che entra ed esce dai vari borghi, prati e sentieri, per poi tornare di nuovo alla stazione.

A parte il primo e l’ultimo tratto in cui si cammina sulla strada asfaltata, si passa attraverso i piccoli centri abitati dei quartieri sopra Lecco, di fianco a distese di prato verdissime e punti panoramici molto belli sulla città. Nonostante sia carino, è solo un percorso di allenamento, per cui direi di non arrivare apposta da Milano o da altre parti per fare questa passeggiata: più indicata per chi abita già nei dintorni e vuole camminare un pò all’aria aperta.

E’ un percorso adatto ai ragazzi oppure anche ai bambini ma che siano abituati a camminare, alle salite un pò impegnative e alla discesa, quella finale, abbastanza lunga e ripida. Niente di trascendentale, ma per dire che non è una camminata in pianura o di relax.

Lungo la strada è presente dell’acqua fresca in un paio di punti. Al piazzale della funivia c’è un bar.

Purtroppo non ci sono chissà quali segnaletiche che indichino il percorso anzi, non ce ne sono proprio. La strada la sa chi è del posto, tuttavia cerco di spiegarti meglio che posso, e di darti qualche riferimento utile. In ogni caso ci sono dei cartelli che indicano “ResegUp“: ovviamente non stiamo facendo la ResegUp, tranquilli, ma il primo tratto di quella gara segue il nostro percorso di allenamento.

Mi rendo conto che da leggere così al pc, tablet o cell è noiosissimo perchè molto particolareggiato e sembra che non ci si capisca niente. In realtà va letto solo mentre si fa il percorso, allora diventa utile e sensato! (Pensa a me che l’ho scritto, volevo impazzire). Per il momento goditi solo le foto e i paesaggi 😀 Alla prossima!

Descrizione del percorso

PARTENZA e ARRIVO: STAZIONE DI LECCO

  • Uscendo dalla stazione di Lecco prendi la strada in salita verso destra, passi il ponte della ferrovia e prosegui in salita fino al rotonda (alla tua sinistra c’è la clinica veterinaria).
  • A quel punto vai dritto dentro il centro abitato di Castello salendo fino alla posta, poi svolti a destra in Via Solferino. Al rondò attraversi sulle strisce a prosegui verso l’alto in Via Caldone (c’è anche un cartello che indica la Croce Rossa che segue la nostra stessa direzione).
  • Salendo troverai una chiesa alla tua sinistra; prosegui, e al semaforo attraversi tenendoti il marciapiede alla tua destra.
  • Prosegui per poi prendere via Garabuso verso destra, e segui la strada in discesa.
  • Quando vedi Via Pra’ Corvino, sali a sinistra fino a che incontri la scalinata che porta al santuario della Madonna di Lourdes.

Qui puoi fare un attimo di sosta sui muretti oppure bere l’acqua potabile della fonte, che rimane nascosta all’interno del cancello del santuario sulla sinistra. Ci sono ben 6 rubinetti per l’acqua!

  • Dopo il santuario prosegui di nuovo sulla scalinata ( i due tratti di scalinata saranno lunghi circa 80 metri totali), in alto giri a sinistra in Via Roncale.
  • In fondo gira a destra, sali le scale, e ancora dritto fino alla scalinata successiva, in alto alla quale alla sinistra incontri un lavatoio con altra acqua fresca da poter bere.

In questa zona ci sono dei bei punti panoramici sulla città e delle cappelle decorate lungo il percorso.

  • Lasci il lavatoio alla tua sinistra salendo fino a sbucare sullo stradone principale. Da qui attraversi e prosegui verso l’alto fino a quando raggiungi il cartello “Via Perna civico 100-115” dove c’è anche il murales che ti mostro qui sotto; dunque svolta a destra. Da qui si comincia ad entrare di più nel classico sentiero di montagna.

  • Prosegui dritto godendoti il percorso nella natura fino ad un bivio: qui non trovi cartelli, ma prendi come riferimento la casa con le persiane marroni davanti a te e, poco prima, svolti a sinistra (vedi foto di riferimento sotto).
  • Di lì a poco uscirai sulla strada, prendi verso sinistra e dopo pochissimi metri, ai cartelli, di nuovo a sinistra per raggiungere il piazzale della funivia.

Per onor della cronaca o per i super allenatissimi, proseguendo oltre la casa si arriva all'imbocco del sentiero che porta a Campo dei Buoi, Stoppani fino ai Piani d'Erna. Dall'imbocco del sentiero fino in Erna sono circa un paio d'ore di cammino belle in salita

Il ritorno

Al ritorno puoi fare la stessa strada che hai appena fatto all’andata, ma io preferisco cambiare percorso perchè per un tratto corre in mezzo ai prati e al verde che io adoro tantissimo.

  • Siamo rimasti al piazzale della funivia: da qui si scende di nuovo per lo stesso sentiero fino a giungere di nuovo sulla strada asfaltata.
  • Da qui svolti a sinistra, oltrepassi la stanga e dopo pochi metri svolti nel sentiero di destra che dà su ampi prati.

  • Prosegui su questo sentiero fiancheggiato dai prati fino alla strada asfaltata dove devi girare a destra.
  • Entri in un piccolissimo centro abitato e al bivio tenere tutto a sinistra prendendo la discesa, fino alla chiesetta. Scendere poi i gradini nel bosco e seguire il sentiero tutto in discesa piuttosto ripida.
  • Attraverserai un piccolo sottopassaggio per arrivare di nuovo sulla strada asfaltata nel quartiere di Bonacina.
  • A questo punto scendi verso sinistra passando sopra il “Ponte degli Alpini” , poi ancora a sinistra e seguire tutta la strada asfaltata che ti trovi davanti.
  • Al campanile della chiesa svolti a destra e prosegui fino al curvone, lo attraversi tenendoti sempre a destra e passando attraverso il centro abitato.
  • Giungendo sulla strada asfaltata attraversare le strisce tenendosi sempre sulla destra; alle seconde strisce che trovi attraversi e vai di nuovo verso destra (non segui il curvone in discesa per non prendere smog). Al bivio (che ti mostro qui sotto in foto) prendere la stradina a sinistra.
  • Tieniti poi verso sinistra e continua a scendere per un pò.
  • Vedrai ad un certo punto “Oresama bar” e prosegui fino al semaforo, tenendoti sulla destra.
  • Attraversa e prendi la strada in discesa davanti a te. Da qui scendi sempre dritto fino a raggiungere il retro della chiesa e ancora giù fino alla strada principale.
  • Attraversi e, tenendoti stavolta sul lato sinistro, continui a scendere fino alle scale che trovi a sinistra. Scendendo in quella direzione e restando sempre sul lato sinistro, ti ritrovi al ponte della ferrovia, quello dell’andata.
  • Attraversi, vai a destra verso la discesa, poi subito a sinistra: eccoti arrivato di nuovo in stazione!

FORSE TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: San Martino, un trekking tra le montagne di Lecco.

Grazie per aver letto fin qui. Se l’articolo ti è stato utile, potresti ricompensare il mio impegno, volto a darti info più chiare e complete possibili, lasciando qui sotto un commento. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *