CITTA' e MUSEI ITALIA Sicilia TOUR DI 1 GIORNO IN CITTA' ITALIANE

CATANIA:
cosa vedere in un giorno

Catania cosa vedere in un giorno

CATANIA: COSA VEDERE IN UN GIORNO

Con Catania non abbiamo avuto un impatto facile: a parte il centro storico e le principali vie per lo shopping, dove questa città si mostra in tutta la sua bellezza, le vie e i vicoli più periferici a noi hanno dato un senso di degrado e decadenza, soprattutto degli edifici, e di poca pulizia.

CATANIA: COSA VEDERE IN UN GIORNO
CATANIA: COSA VEDERE IN UN GIORNO

Abbiamo visitato Catania esattamente il giorno del nostro volo di arrivo, quindi abbiamo avuto a disposizione una giornata scarsa, in cui siamo riusciti a vedere solo le parti principali del centro storico, senza entrare in nessun museo o palazzo. Se vuoi fare qualche entrata e magari anche una capatina al mare, allora dovresti considerare un giorno in più.

Cominciamo per un giro virtuale di questa città: ho preso come punto di partenza la Cattedrale. Se dovessi decidere di stare anche tu nel nostro B&B, allora il primo monumento che incontrerai sarà il bellissimo Teatro Bellini, da cui poi proseguendo, potrai raggiungere il Duomo.

Catania cosa vedere in un giorno
Catania: Teatro Bellini

CATANIA: COSA VEDERE IN UN GIORNO

COSA VEDERE A CATANIA

Piazza Duomo e fontana dell’elefante

Catania cosa vedere in un giorno
Catania: cattedrale di Sant’Agata

Una piazza meravigliosa, molto vasta e ricca di bellezze architettoniche: ogni volta che passavamo di lì ci soffermavamo sempre un pò di tempo, tanta era la bellezza di questo luogo. Ciò che maggiormente ci ha colpiti è l’accostamento del bianco del calcare col nero della pietra lavica: forse è per questo che Catania viene chiamata anche “la città nera”.

Catania cosa vedere in un giorno
Catania: Porta Uzeda

All’interno di questa piazza si trovano la Cattedrale di Sant’Agata, il Municipio, l’ex seminario dei Chierici e la Porta Uzeda. In piazza Duomo si svolgono occasioni solenni, come ad esempio la Festa di Sant’Agata, patrona della città, le cui reliquie stanno all’interno della Cattedrale in una cappella a lei dedicata. Sempre all’interno della Cattedrale c’è la tomba di Vincenzo Bellini, grande musicista catanese (1801 – 1835).

Al centro si trova il simbolo della città: una statua in pietra lavica raffigurante un elefante, sormontata da un obelisco, mentre ad uno dei lati della piazza c’è la Fontana dell’Amenano, dietro cui si trova la Pescheria, ossia il tipico mercato della frutta e del pesce da visitare il mattino. Noi purtroppo col volo di mezzo non ce l’abbiamo fatta, ma fai un giro perchè è un luogo molto tipico, caratterizzato dal fortissimo odore di pesce e di mare, e con un sacco di ristorantini “alla buona” dove poter mangiare piatti freschissimi!

La piazza realizzata in stile Barocco, è diventata non per nulla Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

Via Etnea

Da Piazza Duomo parte la via Etnea, una lunghissima via per lo shopping (quasi 3 km), costeggiata da palazzi nobiliari bellissimi, costruiti dopo il terremoto . Tramite questa via si possono raggiungere la grande e luminosa piazza dell’Università, con il suo bellissimo palazzo e un elefantino colorato al suo centro, verso cui corrono i bimbi facendo gara a farsi fotografare vicino.

Catania cosa vedere in un giorno
Catania: piazza università degli studi

Proseguendo appena oltre, con una breve deviazione verso sinistra, entri in Piazza Stesicoro, dove trovi alcuni resti dell’Anfiteatro Romano di Catania.

Catania cosa vedere in un giorno
Catania: Anfiteatro Romano

Ovviamente non abbiamo percorso l’intera Via Etnea a causa del caldo insopportabile, ma siamo almeno arrivati fino a Villa Bellini con i suoi meravigliosi giardini, che si trovano sempre sul lato sinistro proseguendo lungo la Via Etnea dall’anfiteatro. Villa Bellini è uno dei parchi più antichi di Catania, nonchè uno dei principali. L’impatto scenico entrando è notevole: una grande scalinata conduce alla sommità, dove si può trovare refrigerio durante l’estate. Siamo rimasti in cima seduti su una delle panche, a goderci l’aria fresca che non abbiamo trovato da nessun’altra parte in città. Nel parco si trova una grande fontana bianca d’acqua zampillante dove nuotano i pesci; ci sono statue, voliere, busti, ma anche alberi ad alto fusto, enormi ficus centenari e alberi sempre verdi. Insomma, un bel polmone verde nel cuore cittadino da non lasciarsi sfuggire.

Ciò che ci ha colpito in particolare è la data scritta con l’erba: recava non soltanto l’anno, ma anche il mese e il giorno! Significa che ogni giorno scolpiscono la data nell’erba?

Catania cosa vedere in un giorno
Catania: Villa Bellini

CATANIA: COSA VEDERE IN UN GIORNO

Via Crociferi

Tornando indietro dalla villa ci dirigiamo verso Via Crociferi (rispetto al Duomo dista 500 mt.), una strada monumentale del centro storico di Catania e luogo simbolo dell’arte barocca dove, dopo il terremoto, sono state costruite nuove chiese e nuovi monasteri. Nel giro di 200 metri infatti sono presenti ben 4 luoghi di culto: la chiesa di San Benedetto, S: Francesco Borgia, San Giuliano e San Camillo, oltre al Collegio dei Gesuiti e al Convento dei Crociferi.

Catania cosa vedere in un giorno
Catania: Via Crociferi

[[Oltre alle chiese citate qui sopra, Catania vanta altre bellissime chiese che però noi non siamo riusciti e visitare per mancanza di tempo: la grande chiesa di San Nicolò l’Arena, chiesa della Badia di Sant’Agata, chiesa di Santa Maria dell’Elemosina, se avessi voglia di dar loro un’occhiata]].

Da Via Crociferi proseguendo su via Gesuiti, si giunge al Monastero dei Benedettini del 1558: sicuramente è molto bello e ne vale la pena, ma informati sugli orari di apertura perchè noi ad esempio, l’abbiamo trovato chiuso e abbiamo dovuto rinunciare alla visita. L’entrata è a pagamento: E 8,00 intero e 2 Euro per ragazzi minore di 18 anni. Per info su orari, tipologie di visite e costi, ti invito a consultare il sito ufficiale “Monastero dei Benedettini di Catania

Dal monastero puoi scendere attraverso via Quartarone e prendere Via Vittorio Emanuele per incontrare il Teatro Romano, per poi ritornare di nuovo alla Cattedrale.

Castello Ursino

Verso sera ci siamo spinti verso il castello Ursino, diventato Museo Civico cittadino dal 1934. Nelle sue sale sono esposti reperti d’età greca e romana; opere di varie epoche e le interessanti opere della produzione artistica catanese. L’abbiamo visto solo dall’esterno, ma è stato piacevole spingersi fin qui per una passeggiata serale digestiva.

CATANIA: COSA VEDERE IN UN GIORNO

Palazzo Biscari

Catania cosa vedere in un giorno
Catania: palazzo Biscari (foto dal web)

Se ti avanza tempo o hai voglia di inserire qualcosa di culturale nel tour, non posso che consigliarti questo edificio, che rimane a minuti dalla Cattedrale, dove avremmo tanto voluto entrare: si tratta del più bel palazzo Barocco di Catania, con circa 700 stanze! Dalle foto che girano sembra semplicemente meraviglioso: sicuramente, dovessimo ritornare a Catania, la prima cosa che faremo, sarà andare a completare la nostra conoscenza della città con questa visita. Per info su costi, orari e tipologie di visita clicca sul sito ufficiale “Palazzo Biscari

CATANIA: DOVE MANGIARE

Per snack, gelati, arancini e pasti veloci ci siamo fermati da “Cathedral’s Bar“, proprio di fronte al Duomo: visto che avremmo sostato poco in città, almeno abbiamo goduto appieno di questa splendida visuale sulla piazza.

A cena invece ci siamo fermati in un localino proprio nel cuore della Pescheria di Catania: “Trattoria La Paglia“, dove abbiamo mangiato degli antipasti e dei primi piatti di pesce freschissimo ad un buon rapporto qualità prezzo per essere una zona centrale. Ciò che abbiamo apprezzato è stata la simpatia m a soprattutto la velocità del cameriere: in Sicilia spesso ci è capitato di aspettare anche più di un’ora tra l’ordine e l’arrivo del piatto! La velocità non è un fatto scontato da queste parti! In ogni caso Catania è piena di localini con cibi veloci o ristoranti veri e propri!

CATANIA: COSA VEDERE IN UN GIORNO
Catania: ristoranti

CATANIA: DOVE DORMIRE

Inizialmente su Booking avevamo prenotato un cosiddetto B&B chiamato “Le Coccole” in via Juvara: ti voglio mettere in guardia! NON prenotare assolutamente in questo posto perchè nulla corrisponde alla descrizione su Booking, ed è in una delle zone più malfamate della città: facile che ti possa capitare qualcosa; dico seriamente!

Noi appena l’abbiamo visto, abbiamo girato i tacchi e, grazie al signore del parcheggio (qui sotto trovi l’indirizzo), siamo riusciti a trovare un B&B raggiungibile in 10 minuti a piedi dal centro, completamente nuovo, ristrutturato, super pulito e dal design accattivante; niente è lasciato al caso! Viene gestito da due ragazzi giovani che sono proprietari anche di una pasticceria, dove al mattino potrai gustarti deliziose colazioni con brioches fresche con cappuccio. (PRESTO SARA’ ONLINE LA RECENSIONE)

CATANIA: DOVE PARCHEGGIARE VICINO AL CENTRO

Personalmente cercavamo qualche garage al coperto sotto cui mettere l’auto: lasciarla fuori sulla strada secondo noi è un rischio, ma di due indirizzi inseriti nel navigatore, ne abbiamo scoperto l’inesistenza solo una volta arrivati sul posto.

Stanchi di girare a vuoto, abbiamo quindi optato per un parcheggio non coperto, parzialmente custodito (tutto il giorno tranne dalle 2:00 alle 7:00 mi sembra), ma con telecamere di sorveglianza h24, sotto gli archi della marina: questa zona era stata sequestrata qualche anno fa per parcheggi abusivi, ma noi sinceramente abbiamo trovato un signore super gentile che ci ha fatto lasciare l’auto dalle 11:00 alle 07:00 del mattino successivo per 15 euro totali. Non solo, ci ha rimediato il bellissimo B&B di cui ho accennato. sopra. Questo parcheggio dista 5 minuti a piedi (400 mt.) dalla piazza del Duomo.

L’ultimo giorno a Catania invece, per essere ancora più vicini al B&B, abbiamo parcheggiato al “Blu Car Parcheggio“, dove ci hanno chiesto sempre 15 euro per qualche ora nel tardo pomeriggio e tutta la notte. Questo parcheggio dista circa 13 min. a piedi dal Duomo (1 km).

I due parcheggi sopra sono stati testati personalmente, poi ho visto in seguito anche “Piazza Lupo Garage” che è vicino al Duomo (10 min. a piedi 800 mt.), ma mi limito a segnalartelo perchè non ci siamo stati.

Grazie per aver letto fin qui. Se l’articolo ti è stato utile, potresti ricompensare il mio impegno, volto a darti info più chiare e complete possibili, lasciando qui sotto un commento. Grazie.

NON SCAPPARE! POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: tour di una settimana da Catania ad Agrigento in fai da te, on the road.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *